dud
chi italiano di mokum è stato in turchia (istanbul) negli ultimi anni? mi chiedo se qualcuno ha percepito delle tensioni sociali, aspetti culturali stridenti, un confronto di religioni, della povertà o della mancanza di prospettive. insomma io non ricorda nulla del genere. non lo percepii neanche nascosto dietro gli occhiali schermati del turista.
Io stata nel 2005 o 2006 (ok, non proprio negli "ultimi" anni) ci sembrava tutto tranquillo e anzi, soprattutto Istanbul ci è sembrata una città di grande integrazione tra "est" e "ovest". Se non che il giorno dopo che siamo rientrati scoppiò una bomba ad Ankara. ‎- La Vivi
io si, eccome. ci andai comunque dopo gezi park ‎- fewdayslate
I miei ci hanno fatto un paio di settimane l'anno per quindici anni fino a un paio di anni fa. Anche se la loro era una vacanza di mare in barca, hanno avuto modo di vedere l'effetto Erdogan anno dopo anno. ‎- MisterQ
@fewdayslate: anche io andai dopo gezi park e vidi una metropoli cosmopolita con contraddizioni e difficoltà. gli stessi turchi con cui ho parlato inquadravano erdogan come un capo dai tratti autoritari ma consideravano la turchia sicuramente democratica e lontana da situazioni di questi giorni. poi che ci fosse opposizione e rabbia per i fatti di gezi park me lo dissero in molti, ma nessuno dipinse un quadro così fosco. lo stesso le mie frequentazioni professionali. ‎- dud
credo di esserci stata nel 2012, quindi prima di gezi park. non ho notato problematiche evidenti o tensioni soffocate. ma ricordo di una manifestazione in cui siamo incappati in zona piazza taksim. erano ancora piuttosto pacifici, anche se controllati. ci è andata di lusso (sulla via del ritorno siamo capitati in metro con un gruppo di ragazzi che, compresa la nostra nazionalità, hanno cantato bella ciao per tutto il viaggio). ho notato molta povertà. istanbul era piena di bambini magrissimi che vegetavano agli angoli delle strade, con gli occhi spenti. ‎- la réglisse
Andato due anni da in pieno Ramadan e con le elezioni vicine, quindi si ho percepito nettamente un contrasto fra laici e credenti. ‎- Jakalicius
Io mai stata :( (io, la laureata col prof. di bizantina che se ne andava ogni tre per due a Istanbul e in Cappadocia. Sigh.) ‎- did
Intervistato madre. Dice che con l'ascesa di Erdogan ha visto svanire ogni simbolo di laicità. Tutte le foto di Ataturk pian piano sono state rimosse. Chi gli affittava la barca ha venduto tutto. Turismo minore a picco. Faranno della gran fame e il mix di religione, povertà e ignoranza si sa che fa disastri :( ‎- MisterQ
io ci sono stata l'anno scorso e due anni fa. il primo c'erano stati degli scontri a taksim, ma quando ci sono stata io era tranquillo. l'aria era meravigliosa. per finta? può essere, ma raramente mi sono sentita così a mio agio in un posto. l'anno scorso già peggio, ma in generale Istanbul tranquilla, imho. i colleghi turchi ci dissero che bastava uscire di pochi km da istanbul perché l'aria cambiasse nettamente. ‎- sooshee
io come sushi 2 anni fa. stessa impressione. per questo sono curioso ‎- dud
Io vent'anni fa e poi 3/4 anni fa. Non riuscivo a riconoscere il paese. Sembrava che avessero completamente sostituito le persone che avevo visto tanti anni prima con un popolo diverso. Ma tensioni non ne avevo percepite, ma da turista mi sa che è diffcile. Non è che chi viene a Roma passa il suo tempo a Torbella, che cazzo può capire passeggiando tra Piazza Navona e Fontana di Trevi? ‎- mattiaq
Io e Alessio ci siamo stati 2 anni fa e non abbiamo percepito tensioni. Solo quando siamo stati a Fatih mi sentivo un po' gli occhi addosso e poi mi sono resa conto che ero l'unica donna per strada, ma quella è un'altra cosa. ‎- Antonella Ranaldo
dud, io in 4 giorni ho visto 10 manifestazioni improvvisate con l'arrivo delle camionette per disperdere la gente. Certo, non nella parte delle moschee ma nel resto della città senza alcuna sosta. ‎- fewdayslate
2015, sotto elezioni. ogni quartiere è diverso, giri l'angolo e sei su un pianeta completamente differente. quindi sì, ho percepito tutto quello che dici. ma anche una città all'avanguardia, cosmopolita, europea, tranqullissima e a misura di turista. c'era davvero tutto ‎- eddie