Avatar for cogitabondo
siete caldi? anchio. Avete voglia de flemmà? http://www.robertoesposito.com/2015/07/a-a-a-qualcuno-cercasi...
Comment
Vabbè ma cacciali due eurini in più... ‎· lui
Comment
Che poi la pagina che linka è un 404... ‎· effemmeffe
Comment
Madonna che palle, volevo commentarlo ma ha disquis. ‎· Giuliana Dea
Comment
Il fatto che metta il link a una pagina inesistente non lo differenzia molto dagli idioti che descrive sopra, per quanto quello di cui si lamenta sia una triste realtà. Poi un'occhiata al suo "twitter-roll" sulla destra non ne esalta proprio la simpatia, anzi. ‎· Ivan Crema
Comment
potrebbe aver detto le santissime verità vere ma quella 404 lo pone al livello dei suoi candidati. parafrasando la buonanima di mia nonna "u Signur i fa e poe i cümpagna, un macarou e una lasagna" ‎· strega | ведьма
Comment
Eh, ma proprio quello volevo dirgli. ‎· Giuliana Dea
Comment
Mi sfugge cosa ci sia di sbagliato nel chiedere l'ammontare della retribuzione prevista ed eventualmente decidere che sia insufficiente. Ma di certo questo mi fa nascere qualche sospetto ‎· Ubikindred
Comment
Sul non chiederlo come prima cosa forse sono d'accordo. ‎· Giuliana Dea
Comment
senza forse ‎· Ivan Crema
Comment
Non farà un'enorme impressione, ma uno decide di accettare un lavoro primariamente per quello. È una forma di ipocrisia che mi sfugge ‎· Ubikindred
Comment
ma come, non siamo tutti startupper workaholic hey-io-lavoro-per-passione? voi ancora mangiate, pagate un affitto e magari delle bollette? esooosi! ‎· lapitzi
Comment
Si, ma puoi chiederlo dopo che ti hanno detto cosa andrai a fare. Mica dico che non conta. ‎· Giuliana Dea
Comment
Sì, ma perché? Tanto se il salario è insufficiente, il resto del discorso rimane inutile ‎· Ubikindred
Comment
"Il candidato sostiene che il compenso previsto non sia sufficiente e si dichiara “disposto ad accettare” l’offerta di lavoro solo in caso di retribuzione maggiore." Santi numi, sta' a vedere che questi villici, invece di ringraziare il loro signore e padrone, vogliono pure contrattare. Si chiami il boia! ‎· Gommapiuma
Comment
@Ubi non è ipocrisia, ovvio che lavoriamo tutti per la paga, ma se quella è la tua prima (e quasi unica) preoccupazione, anche se la paga dovesse essere soddisfacente, dopo qualche mese ci avrai fatto l'abitudine e il tuo livello di soddisfazione e, di conseguenza, impegno, calerà. Inoltre, come dici tu, sarà pur ipocrita, ma è banalmente noto che non fa una bella impressione, da questo capisco che tanto furbo non lo sei, quindi ciao. ‎· Ivan Crema
Comment
@giulianadea, ma sì, avoja, quello è ovvio, ma comunque che il soldo sia considerato un argomento tabù non ci piove. così come le condizioni contrattuali, gli straordinari pagati o non pagati, la malattia, per non parlare (sacrilegio!) delle ferie. ‎· lapitzi
Comment
Infatti sulla questione dello stipendio non adeguato secondo me ha torto, ma per il resto i punti sono condivisibili. ‎· Selkis
Comment
(quello diamolo come base universalmente condivisa del discorso, penso) ‎· lapitzi
Comment
comunque, quando leggo discussioni simili con voi mi vien sempre da pensare che o sono un coglione io, o ho sempre vissuto in un'isola felice ‎· Ivan Crema
Comment
Ivan, ma infatti non lo farei neppure io. Ma che sia una forma di ipocrisia è altrettanto vero. E chiedere la cosa più importante per prima è solo logico (e non include in alcun modo il concetto di una mancanza di etica del lavoro). ‎· Ubikindred
Comment
Ubi, ma è una questione di educazione, non di ipocrisa. Informati sul lavoro, su cosa ti si chiede, POI ti informi su quanto ne ricavi. ‎· Selkis
Comment
non è che se una ti chiede di uscire tu le chiedi subito se fa i pompini, no? ‎· Ivan Crema
Comment
"con me" ‎· Slow
Comment
@aziendina: metafora perfetta ‎· Selkis
Comment
Secondo me la paga fa parte della descrizione di un lavoro. Nell'annuncio di offerta di lavoro ti descrivo minuziosamente le competenze che richiedo, perché non dovrei dirti anche quanto ti pago? ‎· Gommapiuma
Comment
@lapitzi: partiamo dal presupposto che quando chicchessia mette annunci la correttezza deontologica prevede che tu datore di lavoro o chi per te in caso di ricerca di dipendenti specifichi il contratto di categoria e il livello previsto e tutte le mansioni specifiche che ti competeranno. Diciamo che è il modo migliore per scemare i possibili candidati perché i livelli contrattuali minimi sono a disposizione di chiunque. Se non si cercano subordinati però è evidente che i minimi non ci sono e sarebbe il caso di sapere prima cosa si va a fare, poi si chiede il compenso. E lo si giudica adeguato o nadeguato. Ergo dico che forse sono d'accordo. Mi sorprende però che al datore di lavoro sfugga l'idea che anche il candidato possa trovare inconcepibile lavorare con lui. ‎· Giuliana Dea
Comment
@gommapiuma: perché spesso si negozia, appunto. Io qualche mese fa andai a un colloquio con un'azienda che offriva 24mila lordi l'anno. Dopo il secondo colloquio ho detto che per meno di 28 non mi sarei mossa. Se l'avessi detto prima, mi avrebbero segato. Avendomi conosciuta, hanno valutato che sarebbe stato possibile aumentare la loro offerta. Si chiama negoziazione. ‎· Selkis
Comment
E chi dice che se offro una cifra questa non possa essere negoziabile? Il colloquio serve anche a questo. Ma se nell'annuncio offro cinquemila lire al mese per un impegno full time, ti do la possibilità di capire subito che ogni contrattazione sarà inutile, e ti risparmio il tempo e la fatica di venire da me a fare il colloquio. ‎· Gommapiuma
Comment
@Giuliana se i minimi contrattuali fossero veramente vicini agli stipendi reali, io sarei ricco, gli stipendi sono fatti in buona parte da superminimi ecc., diversamente la gente farebbe la fame ‎· Ivan Crema
Comment
@gommapiuma: io cercherò di pagarti il meno possibile, tu cercherai di ottenere il contrario. Se ti specifico subito un valore, poi al di sotto di quello non potrò andare e se lo specifico da subito al minimo, probabilmente mi precludo le candidature di quelli validi, per i quali sarei disposto a sborsare di più. ‎· Ivan Crema
Comment
Ivan, ma questi sono problemi che deve risolvere chi offre il lavoro, se sa fare il suo mestiere, non possono ricadere su chi cerca. ‎· Gommapiuma
Comment
(Se la ritrovo vi linko la querelle tra guiona nostra e Massimo Coppola.) ‎· Gommapiuma
Comment
@giulianadea ma son d'accordo pure io che non glielo chiedi come prima cosa appena ti siedi al colloquio, solo che tante volte glielo devi tirar fuori con le pinze perché se no rimangono sul vago. e mi sorprende esattamente la stessa cosa che sorprende te: non è detto che se sto facendo questo colloquio con te io non abbia altre alternative tra cui scegliere, quindi perché non essere chiari? (ecco, diciamo che più che al terzultimo punto io obietto all'ultimo.) ‎· lapitzi
Comment
sulla cosa dei soldi siamo tutti abbastanza d'accordo. io mi chiedo se incontra solo incapaci perché offrendo contratti di merda attiri solo quelli o se effettivamente il mercato è così scadente? ‎· cogitabondo
Comment
se fossero visibili gli annunci si potrebbe rispondere nel merito, ma visto il broken link la mia teoria è che è un cialtrone lui. ‎· signora maria cerasella
Comment
sul link non saprei: magari ha già trovato quello che cercava e quindi ha rimosso l'annuncio? ‎· Gommapiuma
Comment
le posizioni aperte sono queste http://blog.derev.com/jobs/ ‎· cogitabondo
Comment
lol, quindi ha sbagliato e basta? cialtrone +1000 ‎· Gommapiuma
Comment
boh magari il link rotto faceva riferimento ad altre inserzioni. adesso sono attive le posizioni che ho linkato, per farsi un'idea del tipo di offerte ‎· cogitabondo
Comment
ah, capito ‎· Gommapiuma
Comment
Eh, nel caso grande scelta CEO quella di rompersi da solo i link nei post vecchi cambiando la pagina dove mettere le proprie inserzioni. ‎· effemmeffe
Comment
vabbè, comunque pensavo peggio. ‎· signora maria cerasella
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10

2015-2018 Mokum.place