e voi vi sareste fermati?
In UK la polizia raccomanda di *non* immischiarsi e di chiamare immediatamente il 999 (il 113 inglese) in caso di dubbi. Troppo facile a fatto avvenuto dire che se si fosse fermato qualcuno, la ragazza sarebbe ancora viva. E se quello invece avesse ammazzato e bruciato pure quelli che si sarebbero fermati ad aiutarla? ‎- delu
Se fossi stata da sola in macchina, probabilmente no. Però avrei chiamato qualcuno. Se fossimo stati in due, sì, avrei cercato di fermarmi. ‎- ladyvalmont
io avrei chiamato i carabinieri e sì, mi sarei fermata. Sotto al mio appartamento c'era una coppia che litigava pesantemente ogni giorno (si sentivano anche le mazzate, a volte). Io diverse volte ho mandato giù mio marito e ho anche chiamato i carabinieri una volta in cui la cosa mi sembrava particolarmente pesante.Nel condominio nessuno sentiva niente (certo, come no). Mi sono messa in mezzo con tutte le rotture di cazzo del caso, anche andare in questura perché il padre di lei ha denunciato lui. Non è servito a niente, la riempirà ancora di botte altrove (hanno traslocato), ma non esiste che tiri dritto, neanche di notte. Se non ti vuoi fermare ad aiutare perché sei solo e hai paura a metterti in mezzo, chiama qualcuno. ‎- claudiappi
mi sari fermato ovviamente, senza intervenire, osservando a distanza. mi è già capitato di intervenire per separare persone che litigavano, anche con numeri diversi. mettersi in mezzo non vuol dire prendere le parti di qualcuno ma intanto fermare la cosa e prendere tempo. ‎- virus
no. mai. sulla magliana alle tre di notte, mai. ma proprio col cazzo. ma sono contenta che il 100% della gente che ho letto sia meglio di me. non sono sarcastica, lo dico davvero. ‎- signora maria bianca del rio
ma pure io sulla magliana alle 3 di notte manco morta. con tutto che una volta sono intervenuta a un matrimonio per calmare due che litigavano, e lei (una matta) mi ha gridato come un'ossessa di farmi i cazzi miei tirato un ceffone. c'è gente che si diverte a litigare, anche spesso e anche forte: hanno rapporti malati e ci sguazzano. ovvio che se vedo lui che le mette le mani addosso, chiamo il 112. ‎- Laila
a volte non serve fare niente. a volte basta avvicinarsi da dentro la macchina, suonare il clacson, fare caciara. rompere il momento di follia, perché oh, è follia. far capire "ti abbiamo visto, smettila". Si, io m sarei fermata, senza scendere, se da sola, forse se avessi visto cose gravi avrei chiamato la polizia. ‎- sooshee
Io mi sono sempre fermata e forse mi sarei fermata, anche se l'ultima volta che sono scesa dalla macchina pensando di avere a che fare con uno che aveva avuto un incidente mi sono ritrovata in una situazione abbastanza sgradevole. Quindi sì, penso che mi sarei fermata, magari chiamando qualcuno. Una cosa che però faccio sempre è chiudermi in macchina quando viaggio da sola. Ho sempre paura che qualcuno si possa infilare dentro durante una sosta. ‎- un pesce di nome Tricia
Diciamo che se non si stavano menando, ma stavano parlando, e io fossi passata, non avrei avuto l'impulso di fermarmi. Ma se si stavano menando non sarei scesa ma avrei chiamato i carabinieri, come ho fatto per quelli che si menavano sotto casa un po' di anni fa. ‎- Brixie
E lei, se ho capito bene, è stata aggredita perché lui l'ha costretta a fermarsi e si è infilato nella sua macchina ‎- un pesce di nome Tricia
avrei chiamato. fermarsi? non lo so. tutto dipende dalla situazione, che non credo si sappia se fosse palesemente chiara o meno. ‎- kc
(si sta presto a prendersi una coltellata, in mezzo ad un litigio, solo perchè si sta cercando di fare la cosa giusta) ‎- Brixie
io non ne ho idea. non so come avrei percepito la scena, prima di tutto. mi è capitato di fare attenzione vedendo situazioni ambigue, di scendere in strada sentendo urla e di chiamare la polizia per un litigio pesantissimo tra vicini. ma passando per una strada e vedendo due litigare, davvero, non lo so ‎- emme
capisco cosa intendiate quando parlate di follia, ma nel caso di questa ragazza io faccio fatica a parlare di follia. nel senso che per me la follia è più il raptus di un momento, qui mi sembra invece che lui abbia premeditato, seguito, si sia appostato, con tanto di bottiglia d'alcool. si tratta di tanto tempo, non di un raptus di pochi secondi. ‎- Laila
è difficile fermarsi, ma almeno la chiamata è d'obbligo, per qualunque cosa. chiaro che se vedo che la sta picchiando mi fermo, ma se sono due persone che discutono è praticamente impossibile. ‎- fewdayslate
eh, sono d'accordo con few. al netto di quello che ho detto prima su cosa avrei fatto io, forse non era neanche facile capire cosa stesse succedendo. ‎- signora maria bianca del rio
io non mi sarei fermata, nè da sola nè in compagnia...ma forse avrei telefonato. dico forse perchè poi lì per lì non si sa mai come uno reagisce alle situazioni ‎- 1la
Non fermarsi é comprensibile, però una chiamata al 113 non costa nulla ‎- cogitabondo
Io in una situazione analoga (sospetta aggressione a casa del vicino) non ho avuto il coraggio di intervenire direttamente, ma ho chiamato la polizia. Probabilmente avrei fatto lo stesso se fossi passata in macchina, ma fermarmi di notte per affrontare un uomo violento? no, non credo proprio che avrei avuto tanto coraggio (o incoscienza) ‎- Selkis
@fewdayslate: anche per la chiamta, tutto dipende da cosa hai visto e da cosa PENSI di aver visto. Nessuno di noi, credo, chiama il 113 ogni volta che sente o vede litigare degli sconosciuti. Poi, certo, se la situazione è chiaramente quella di una ragazza in difficoltà, la chiamata dovrebbe essere un automatismo ‎- emme
Dipende tutto da com'era la scena, spero che in caso di violenza tutti avremmo chiamato o ci saremmo fermati (io da sola probabilmente avrei chiamato più che mettermi in mezzo direttamente), ma se stavano parlando più o meno animatamente magari non era facile capire che qualcuno avrebbe dovuto fermarli. ‎- Pea Bukowski
Emme +1 ‎- Pea Bukowski
per tutti: anche io, come detto, ho chiamato la polizia (due volte, tra l'altro) per i litigi pesantissimi dei vicini. ma quella è proprio un'altra situazione, perché la fonte è vicina, diretta, persistente. ovvero, ci si basa su fatti percettivamente e psicologicamente salienti. passando per strada, di notte, non sappiamo assolutamente né che cosa si sia visto, né che interpretazione ne sia stata data ‎- emme
Con un gruppo di amici una volta prendemmo a male parole (dal balcone di casa) un tizio che stava trascinando una ragazza per i capelli dentro la macchina, dopo averla presa a schiaffi. Lei alla fine prese a male parole noi, per esserci intromessi.. Ci stava anche che lei reagisse così, ed è anche vero che in genere la vittima non ha la percezione di quando queste situazioni possano degenerare. ‎- Mic
te credo che vi ha preso a male parole, stavate lontani e quella che prendeva le pizze era lei, che doveva darvi ragione e prenderne il doppio? si chiama istinto di sopravvivenza. ‎- virus
@mic anche una matta che abitava sotto di me a Modena prese a male parole me quando intervenni per impedire che il compagno le spaccasse la faccia. Però non rimpiango di aver chiamato comunque i carabinieri (e poi il suo tutore, giacché non era tanto normale). Quando dico fermarsi, dico fermarsi con la macchina, mica scendere. Non lo farei, quello. Fermarsi con la macchina e suonare il clacson invece se provate spesso funziona. ‎- sooshee
Comunque dai filmati pare che si veda lei che TENTA di fermare le persone in macchina. Non scendi? Ok, ma non chiamare, mi pare troppo. ‎- sooshee
in caso di evidente aggressione (anche se la vittima non chiede aiuto) mi pare sacrosanto chiamare il 113. ma, ripeto, è molto facile, una volta saputi i fatti, essere certi di quella che sarebbe stata la nostra interpretazione, molto meno facile è interpretare correttamente passando in auto, al buio. poi, magari la ragazza ha chiesto aiuto esplicito, è stata vista e la gente ha tirato dritto. però, io credo, non possiamo assolutamente sapere se sia successo davvero ‎- emme
@sooshee: se è così (se ci sono filmati evidenti), ovviamente concordo ‎- emme
@emme pare di si, e pare che quelli che non si sono fermati siano stati sentiti in merito. uno dei ragazzi ha ammesso ""Ho visto quella ragazza bionda che si sbracciava ma non ho capito che stava chiedendo aiuto. E così ho tirato dritto". Si, penso che non sia facile interpretare, poi la Magliana è un posto dove vuoi solo tirare dritto. Però che orrore pensare che poteva farcela e invece. ‎- sooshee
sì, è un pensiero terribile ‎- emme
anch'io l'anno scorso sono intervenuto in una lite, lui piuttosto grosso stringeva il braccio a lei, che gridava "mi fai male".. ero da solo, era passata mezzanotte, ma il fatto che ci fossero le telecamere del palazzo della Vodafone mi ha dato coraggio.. ero pronto a lottare con lui, che invece mi ha salvato da lei, che si era letteralmente scagliata contro di me, gridandomi in faccia di farmi i cazzi miei e andarmene.. (non era di certo sobria).. ho pensato allora che forse lui stava cercando (malamente) di gestire l'ubriachezza molesta di lei e me ne sono andato, senza chiamare polizia o altro.. forse avrei dovuto, boh.. ‎- spad
@sooshee: si, anche io ci stavo pensando. Abbiamo visto che praticamente nessuno si sarebbe fermato, eppure nessuno di noi deve guardare il telegiornale e pensare "io avrei potuto fermarlo, e invece ho tirato dritto" ‎- Selkis
fermata, io da sola sulla magliana alle tre di notte, non credo. una telefonata se avessi avuto il minimo sentore che lei stesse cercando aiuto o se avessi visto lui che le metteva le mani addosso, sicuramente sì. ‎- inconsolabilmente Lucretia
da solo credo manco io mi sarei fermato in una zona del genere, ma una chiamata al 112 si l'avrei fatta, mi capita di chiamare il 115 anche solo per fumo a lato di un raccordo, figuriamoci se non lo farei per una cosa così, magari sostavo più avanti mentre chiamavo ‎- Nick
capisco che sia l'azione giusta chiamare le forze dell'ordine ed evitare di rischiare la pelle, rischiare di fraintendere, rischiare di peggiorare la situazione ma ci possono essere occasioni in cui non si può temporeggiare. ‎- virus
ho visto il tg. c'è gente che è veramente passata avanti mentre questa si sbracciava, e uno addirittura poi ha percorso la stessa strada in senso inverso, ha visto una macchina in fiamme, ma "non ha collegato". vabbè, ehm. ‎- signora maria bianca del rio
Dai commenti sopra mi pare che la cosa più ragionevole sia fermarsi quando ci sono due uomini che si menano, col rischio di prendersi un colpo da uno dei due, piuttosto che fermarsi quando viene menata una donna, col rischio di prenderle da entrambi. Per inciso, si dà per scontato il dovere civico di fermarsi quando una ha bisogno di aiuto ma, in quei casi, la vittima avrà gridato 'aiuto!'? ‎- sapu
A me è capitato una notte che tornavo a casa tipo alle tre, ho visto una macchina accesa ferma in mezzo alla strada con le portiere spalancate e davanti alla macchina un ragazzo che inveiva contro una ragazza e alzava le mani. Ho sentito lei che gridava "aiuto! Aiuto!" e quando mi ha visto ha iniziato a correre verso di me, lui dietro. Mi sono fermata e l'ho fatta salire senza pensare, non l'ho neanche deciso realmente. Quando poi è salita ho avuto un pensiero del tipo "oddio adesso mi stuprano mi ammazzano e mi rubano la borsa le chiavi di casa la macchina e i reni, scusa mamma sono una polla". Invece no, però credo di non essere stata tanto furba. Alla fine lui ci ha inseguito per un po' e quando mi sono diretta verso i carabinieri è andato via. Lei non ha voluto fare nessuna denuncia e si è fatta riportare a casa. ‎- Chiaracaffè? tè? me?
@caffeina: invece sei stata bravissima ‎- emme
davvero. bravissima e coraggiosa. ‎- inconsolabilmente Lucretia
bravissima, coraggiosa e fortunata. che ad un'amica di mia mamma sulla tangenziale a roma di notte stessa scena, botta in testa rubato tutto. ma in una situazione così non ci pensi e fai e speri ti dica bene. però è obiettivamente pericoloso :-( ‎- sooshee
già. ovviamente c'è chi approfitta della buona fede delle persone per derubarle e/o malmenarle, e allora giustamente poi uno la volta successiva si fa i cazzi suoi, come dargli torto? che società di merda. ‎- inconsolabilmente Lucretia
Non so, la mia testa che mi spinge sempre a dare una lettura alternativa alle cose mi dice che forse si sta vagamente cercando di spostare il problema scaricando su altri le colpe di uno stato che non è capace di presidiare il territorio e difendere le nostre donne da questo tipo di "uomini". Mi sembra troppo comodo - per il procuratore che ha dato il via a questa cosa dell'indifferenza - dare la colpa ai "passanti". ‎- Mistro
a dire il vero io pensavo che la colpa fosse del bastardo che l'ha ammazzata, più che dello stato. ‎- Laila

2015-2016 Mokum.place