Ma voi avete una opinione definita e decisa sulla questione della maternità surrogato? Che una coppia sterile possa avere la possibilità di avere un figlio proprio mi sembra bellissimo, Ma in quanti casi questo è volontario? Se io prendo un ovulo di una americana e lo impianto in una indonesiana che ha bisogno di soldi, non è una nuova forma di sfruttamento?
No, non ho una opinione definita. Ogni volta che cambio prospettiva cambio anche opinione. ‎- Andrea Tassi
non sono contrario... ma prima bisognerebbe sbloccare le adozioni... in italia è difficilissimo perchè lo stato paga gli orfanotrofi che non vogliono perdere soldi. ‎- tepepa uhuhuhuh ahah illusion
La mia opinione è così composta: secondo me in certi casi è sfruttamento, soprattutto se vai nei paesi del terzo mondo (ma anche del secondo, ma anche nel disagio del primo) con l'intenzione pura e semplice di pagare poco per avere un figlio. Detto questo, se una per soldi mette a disposizione il suo utero sono affari suoi, se non è costretta (e nel caso in oggetto mi pare non lo fosse come non lo sono quelle che lo fanno per amiche/sorelle eccecc). Detto questo reprise: io non lo farei mai, ma non farei un sacco di cose e attualmente non metto il mio utero a disposizione manco per i miei ipotetici figli, quindi. Detto questo reprise 2: se è legale, se una donna non è costretta cioè a farlo, il nostro personale sentire (compreso il mio) non dovrebbe influire sulla legislazione. ‎- Deianira
(comunque la donna di origine indonesiana che ha avuto la gravidanza per Vendola & compagno è cittadina statunitense, mi pare) ‎- Deianira
si, indonesiana con passaporto statunitense, ma comunque parlavo in generale. È come per la prostituzione, no? Se hai 50 anni e vuoi scoparti una rumena di 18 fai schifo, ma d'altra parte se sei una rumena di 18 anni povera e come unica risorsa hai il tuo corpo da affittare, perché dovremmo impedirtelo? ‎- Selkis
io la penso tendenzialmente come deia. purché sia tutto assolutamente volontario e legale, nonché regolamentato in modo completo, a me va bene. è ovvio, ci sono donne che ci pagano gli studi ai figli prestandosi a partorire il figlio di un altro. è un modo come un altro per andare avanti in situazioni difficili. leggevo un articolo di una clinica in india che fa solo questo, le donne ci mandano avanti la propria famiglia. può essere triste ma credo ci sia di peggio. è peggio usare il proprio corpo per trasportare pericolosissimi ovuli di droga per esempio. credo debba essere regolamentato nel modo giusto per evitare che una donna partorisca in modo completamente innaturale un bambino dopo l'altro per esempio. ‎- inconsolabilmente Lucretia
@selkis: in linea di principio sì, è così. Nella pratica non metto le due cose sullo stesso piano. Dico la prostituzione e la maternità surrogata ‎- Deianira
@deianira no, assolutamente non le metto sullo stesso piano. Ma in entrambi i casi da una parte c'è lo sfruttamento dall'altra il diritto di autogestione sul proprio corpo ‎- Selkis