Non è una storia da farci una serie su Fox, come quella di Batchiara, ma per quarantott'ore ho temuto serissimamente che l'acquisto della nuova casa andasse a puttane.
Ve la racconto perché potrebbe essere di interesse anche per altri. ‎- Lester
Riassunto delle puntate precedenti: all'inizio di agosto facciamo la proposta di acquisto, che viene accettata. In quell'occasione l'agente immobiiiare ci dice che l'immobile è stato donato all'attuale proprietaria dal padre; per cui occorre che gli altri eredi (i fratelli) facciano un atto in cui dichiarano di non opporsi alla donazione. ‎- Lester
ok (segno per quando riesco a leggere) ‎- monicabionda
Mentre mi spiega queste cose io, come sempre quando mi parla di problemi burocratici che è pagato per risolvere, sto pensando ad una scimmietta che suona i piatti, e quello che sento è BLA BLA BLA BLA BLA BLA SISTEMIAMO TUTTO. ‎- Lester
Infatti mi assicura che i fratelli sono già d'accordo (hanno ricevuto in donazione dei beni pure loro (cacchio, questi son praticamente i figli di George Soros)) e faranno questo atto di non opposizione prima che noi stipuliamo il preliminare di vendita. ‎- Lester
Qualche giorno fa l'agente ci manda la bozza del preliminare: Franci la inoltra allo zio, che è avvocato, per sapere se va tutto bene. ‎- Lester
Parentesi: lo zio di Franci è un avvocato veramente preparatissimo. Però, specie quando ci sono in ballo parentele, tende ad essere un po'troppo emotivo ed iperprotettivo. ‎- Lester
E insomma, questo zio, come sente la parola "donazione", esplode dicendo che è una cosa pericolosissima, dovevamo avvisarlo subito, bisogna bloccare tutto, ci possono portare via la casa anche dopo dieci anni, MORIREMO TUTTI! ‎- Lester
Al di là degli eccessi di emotività, esiste un problema vero: gli altri eredi possono opporsi alla donazione, entro il termine biblico di vent'anni dalla donazione o dieci dalla morte del donante, e possono chiedere di annullare la vendita dell'immobile donato, quindi in pratica portarci via la casa. ‎- Lester
Per lo stesso motivo, se si vuole comprare un immobile donato, le banche di regola non concedono il mutuo. ‎- Lester
io sono la sorella che ha rinunciato ai diritti sull'appartamento donato a mia sorella, e mi pare di avere firmato una cosa valevole per sempre e non impugnabile. boh ‎- Giuliadev
@giulia_dev80: continua a leggere, penso che questo punto sarà chiarito. ‎- Lester
Io però mi ricordo dell'agente che mi aveva detto che i fratelli della proprietaria erano d'accordo a fare la rinuncia ad opporsi alla donazione, e forte di questa consapevolezza parlo con mio fratello, che è anche lui avvocato, e di carattere molto più serafico. ‎- Lester
E lui: "Allora, innanzitutto mi devi chiarire una cosa molto importante: il padre della proprietaria, che ha donato l'immobile, è ancora vivo o è morto?" ‎- Lester
"Guarda, non sono sicuro di aver sentito bene perché c'era questa scimmietta che suonava i piatti e faceva un casino, ma mi pare che sia ancora vivo." ‎- Lester
"Bene, in questo caso sarai felice di sapere che con la rinuncia ad opporsi alla donazione puoi foderarci la lettiera del gatto. Perché la donazione è un anticipo dell'eredità, e non è legalmente possibile rinunciare ad un'eredità prima che si apra la successione." ‎- Lester
"Per cui può essere che ora loro fanno la rinuncia, tu compri questa casa, poi fra dieci anni, dopo che il padre è morto, i fratelli della proprietaria attuale impazziscono, ci litigano, o chissà cosa, e possono chiederti di restituire la casa, e la rinuncia non vale niente, è nulla." ‎- Lester
ammazza il vecchio ‎- Ivan Crema
@aziendina: Ivan, ci ho pensato. ‎- Lester
E comunque con mio fratello discutiamo ancora un po', cerchiamo soluzioni, e io ad un certo punto gli dico "Ma se la casa me la vendesse il padre, ci sarebbero problemi?" ‎- Lester
"No, nessuno. A parte che il padre attualmente non è il proprietario, visto che l'ha donata". ‎- Lester
"E 'sta donazione mica sta scritta nelle Tavole della Legge e custodita nell'Arca dell'Alleanza; si potrà revocare, annullare, ridonare in verso opposto, so un cazzo io". ‎- Lester
"Beh, sì. La donazione si può sempre revocare finché entrambi sono viventi. Certo, si paga." ‎- Lester
"Frega cazzi che si paga, sono la famiglia Soros, e nel preliminare si impegano a produrre tutti gli atti necessari per sanare la situazione: revocano la donazione e io compro la casa dal padre". ‎- Lester
Stamattina siamo andati in banca per chiedere il mutuo: la direttrice della filiale, appena ha sentito parlare di donazione, ha fatto una faccia come se fossi Peter Minus e mi stessi trasformando in topo. ‎- Lester
Ma quando le ho prospettato che possiamo far revocare la donazione e acquistare dal padre, si è illuminata e ha detto che per loro è okkeione. ‎- Lester
Ho chiamato l'agente, e lui mi ha detto che la proprietaria non dovrebbe fare problemi a questa soluzione: quindi per ora direi che abbiamo riportato la situazione in carreggiata. ‎- Lester
se per annullare la donazione si paga come per farla sono comunque qualche migliaio di euro dal notaio. cioè presumo si debba fare una donazione al contrario. ‎- ellofizgherard
@ellofizgherard: abbiamo controllato col notaio, i vari atti che si potrebbero fare per sanare questa situazione (e che la venditrice si era comunque impegnata a fare a sue spese) costano tutti più o meno lo stesso. ‎- Lester
Quindi, morale della favola: se comprate un immobile che nella sua storia è stato soggetto a donazioni mettete le mutande di ghisa, potrebbero arrivare paduli nei momenti e dalle direzioni più impensate. ‎- Lester
la mia ex suocera aveva ricevuto una donazione dalla sorella di metà casa. Quasi cinquantanni dopo la sorella è morta e gli altri eredi hanno chiesto (ed ottenuto) che la parte dell'immobile donata tornasse nel patrimonio della deceduta e, quindi, in successione. ‎- Franka®
(io, peraltro, erano vent'anni che dicevo ai miei ex suoceri di andare da un notaio a trasformare in vendita quella successione, ma niente...) ‎- Franka®
Cambio di programma: non si fa più la revoca della donazione, perché la proprietaria attuale ha fatto dei lavori di ristrutturazione e ha chiesto i relativi sgravi fiscali, per cui se risulta che il proprietario è un altro, Equitalia se la mangia viva. Per cui, nuova soluzione (a questo punto spero proprio definitiva): lei stipula una fideiussione bancaria a nostro favore, con la stessa banca che concede il mutuo. ‎- Lester
... ‎- GG Blutarsky
Io cercherei un altra abitazione. Possibilemente in un altra nazione rispetto a questi qui. ‎- Invernomuto
Quindi avrai comprato una casa col rischio che un giorno te la possano levare ma in tal caso almeno dovresti rivedere i soldi. Se non è veramente un affarone io ci rinuncerei. ‎- mattiaq
+1 ‎- GG Blutarsky
la questione della donazione non ci azzecca molto con gli sgravi fiscali http://www.lavorincasa.it/detrazioni-fiscali-e-cambio-di-prop... ‎- ellofizgherard
@mattiaq: non dovrebbe essere così. Nel caso, la banca eroga i soldi per soddisfare i coeredi, la casa resta a noi. ‎- Lester
@invernomuto: guarda, io mi sono reso conto che se voglio casini zero mi posso comprare gisuto una tenda canadese. Finché escono fuori problemi e anche le corrispondenti soluzioni, io ci sto ancora, giusto tirando una madonna ogni tanto. ‎- Lester
caro lester se non è diversamente specificato nell'atto i benefici fiscali della ristrutturazione passano a te che acquisti ‎- grandmaster_flash
tienilo in considerazione ‎- grandmaster_flash