Ieri sera compromesso per l'acquisto della nuova casa: tutto okkeione, la proprietaria ha detto due parole tutta la sera, l'uomo-trattativa è il marito, che è un impresario edile; sveglio, in gamba, ben disposto, molto furbo.
Stamattina rogito per la vendita della vecchia: stiamo vendendo a due elementi più unici che rari, che ci hanno piazzato un numero proprio sul finale. Oltre alla cifra stanziata dalla banca mutuante, questi dovevano versare 4500€; non si erano portati il libretto degli assegni. Parlano con la consulente, e sembrano due bambini dell'asilo di fronte alla maestra. Vanno a casa a prendere il libretto, nel paese vicino. Quando tornano lei passa il libretto al consulente immobiliare dicendo: "li compili lei per quello che ci vuole, io non ho capito niente e non voglio capire niente." ‎- Lester
Meglio dei vecchi rincoglioniti che mi hanno venduto casa (spero siano morti schiacciati da un tir sulla 131) nessuno mai. Alla stipula questi arrivano con un sedicente avvocato amico loro (credevano di intimidire) e dicono che vogliono 15mila € in più. Io li mando a cagare ricordadogli il compromesso e il notaio, uno con 2 palle così che voleva poche pugnette gli fa: "d'accordo, se non volete stipulare i signori renderanno il doppio della caparra al signore, che mi sembra sia di 30mila, quindi il signore ha diritto a 60mila €". Devo dirti com'è andata a finire? :D (anche se in quel momento 60000€, orghl!) ‎- Dyoniso
Guarda, si trovano dei personaggi che non ci si crede... ‎- Lester
Ti capisco, davvero. Con le volture dei contratti come siete messi? ‎- Dyoniso
Noi possiamo rimanere in casa fino a febbraio, quindi per adesso non ce ne siamo occupati. ‎- Lester
Valutate bene, soprattutto con abbanoa, se fare voltura o fare proprio un altro contratto ‎- Dyoniso